Shtayyeh: Israele vuole creare fatto compiuto con insediamenti prima dell’uscita di Trump

Ramallah – WAFA. Israele è in una corsa contro il tempo per creare un fait accompli in Palestina, prima che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump lasci la Casa Bianca, secondo quanto affermato lunedì dal primo ministro Mohammad Shtayyeh.

“Sembra esserci un piano di aggressione intensivo e crescente per le prossime 10 settimane in una corsa contro il tempo per creare un nuovo fait accompli, prima che Donald Trump lasci la Casa Bianca il 21 gennaio”, ha affermato Shtayyeh all’inizio della riunione settimanale del gabinetto, tenutasi a Ramallah.

Il Primo Ministro ha fatto riferimento ad una serie di nuovi progetti di colonie israeliane nei Territori occupati come prova di questa corsa.

“Guardiamo con preoccupazione i frequenti rapporti sui nuovi progetti coloniali nella Gerusalemme araba e in Cisgiordania, che mirano a circondare e soffocare i quartieri arabi palestinesi ed impedire l’interazione tra loro ed il resto della Cisgiordania, isolando completamente la città di Gerusalemme”, ha affermato.

Shtayyeh ha aggiunto che il governo israeliano è in una corsa contro il tempo per legalizzare gli avamposti delle colonie costruite sulla terra palestinese, autorizzando 1700 unità coloniali già costruite e costruendo nuove strade e tangenziali per soli coloni nel nord e nel sud della Cisgiordania.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"