Solana e ministro degli Esteri norvegese, in visita alla Striscia di Gaza, esprimono ‘shock’ per la distruzione.

Gaza – Infopal. L’alto rappresentante della politica estera dell’Unione Europea, Javier Solana, e il ministero degli Affari Esteri norvegese, Jonas Gahr Støre, ieri hanno attraversato il valico di Eretz per visitare la Striscia di Gaza.

Solana ha osservato la distruzione del nord della Striscia provocata dall’ultima aggressione israeliana, ha visitato la scuola americana bombardata dagli aerei da guerra israeliani “F16”, a Beit Lahiya, e altre zone devastate.

In una dichiarazione alla stampa, ha espresso “la disponibilità della UE a partecipare alla gestione del valico di Rafah, appena questo verrà riaperto con l’accordo di tutte le parti”. E ha confermato “l’appoggio europeo agli sforzi per la pacificazione inter-palestinese sotto il patrocinio dell’Egitto”.

E ha aggiunto: “Siamo venuti a Gaza per esprimere la nostra solidarietà alla popolazione civile e per osservare gli effetti dell’ultima guerra contro la Striscia di Gaza. Trasmetterò quanto ho visto a Gaza durante la riunione che si svolgerà a Sharm al-Shaikh il prossimo lunedì”.

Per quanto riguarda i crimini compiuti da Israele contro i palestinesi di Gaza, Solana ha spiegato che “diverse realtà stanno indagando. Vedremo cosa emergerà”.

Anche il ministro degli Affari Esteri norvegese, Jonas Gahr Støre, ha visitato la Striscia di Gaza e ha osservato la distruzione causata dall'operazione militare israeliana Piombo Fuso.

Il ministro ha visitato la zona industriale, i depositi dell’UNRWA nell'area di al-Mintar, ha ascoltato i racconti delle famiglie che hanno perso figli e altri congiunti.

Solana e Støre hanno espresso grande shock per l'ampiezza della distruzione nella Striscia di Gaza ed espresso solidarietà agli abitanti rimasti senzatetto.


© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"