Striscia di Gaza, i malati vittime dell’assedio sono 57. I malati di cancro 450.

Gaza – Infopal

Cresce ancora il numero dei malati morti a causa dell’assedio israeliano, sostenuto da tutto l’Occidente: a oggi sono 57.

Si tratta di Nadia Abu Zuhri, 51 anni, madre del portavoce di Hamas a Gaza, e la piccola Ri’zan Mohammad Atallah, 6 anni.

Ieri, è deceduto il cittadino Mustafa Mohammad Saleh, 55 anni, residente a el-Breij, al centro della Striscia di Gaza.

Questa mattina è morto Fawzi Ismail al-Aqqad, della provincia di Khan Yunes, a sud della Striscia di Gaza. Aveva problemi ai reni.

La lista dei malati a rischio di morte per mancanza di medicine, a causa dell’assedio e per la chiusura dei passaggi, è molto lunga.

Il Comitato Popolare per Affrontare l’Assedio ha avvertito della "crescita rapida del numero dei malati morti nella Striscia di Gaza" e dell’apparizione di nuove patologie, che rappresentano "una vera minaccia di una grande crisi umanitaria".

Si ricorda che attualmente nella Striscia di Gaza 450 palestinesi sono malati di cancro, 400 hanno patologie renali e 450 cardiache. Tutti costoro sono a rischio di morte per la mancanza di medicine e per l’inadeguatezza delle strutture sanitarie. A ciò si aggiunge il divieto di recarsi all’estero per le cure.

Il ministero della sanità nel governo Haniyah ha dichiarato che da 600 a 700 malati, ogni mese, avrebbero bisogno di andare all’estero per le cure mediche; 250-300 casi richiederebbero intervento immediato.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"