Striscia di Gaza, il Qatar apre centro di riabilitazione per pazienti con arti amputati

Gaza-MEMO. L’anno scorso, oltre 130 abitanti di Gaza hanno perso i loro arti durante le proteste della Grande Marcia del Ritorno, avvenute al confine.

Il Qatar sta inaugurando il primo ospedale di protesi e centro di riabilitazione per disabilità della Striscia di Gaza, dopo molti ritardi.

Funzionari qatarioti hanno partecipato all’apertura, avvenuta lunedì, nella città di Gaza.

Il Qatar ha costruito l’ospedale dopo che l’allora emiro visitò Gaza nel 2012. Fu la prima visita di un capo di stato da quando Hamas prese il controllo del territorio dalle mani dell’Autorità palestinese, sostenuta dall’Occidente.

Purtroppo, la mancanza di personale qualificato e di finanziamenti aveva impedito a Hamas di far funzionare il centro.

Alla fine, il Fondo per lo Sviluppo del Qatar ha aiutato i 150 membri del personale ospedaliero, a livello locale e all’estero. Per ora, ha anche assunto le spese del progetto.

Funzionari della sanità affermano che l’ospedale, con capacità di 100 posti letto, sarà vitale per Gaza, dove oltre 130 palestinesi hanno perso gli arti superiori o inferiori l’anno scorso, durante le proteste lungo la recinzione di confine tra Gaza e Israele.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"