Striscia di Gaza, le forze israeliane uccidono un giovane e feriscono altre 30 persone, tra cui bambini e medici

Imemc, PIC e Quds Press. Venerdì, i soldati israeliani hanno attaccato le proteste settimanali della Grande Marcia del Ritorno lungo le aree orientali della Striscia di Gaza, uccidendo un palestinese e ferendone 30, tra cui quattro bambini e un medico che è stato colpito alla testa.

Il ministero della Sanità palestinese a Gaza ha confermato che a est di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, i soldati hanno ucciso Abdullah Jom’a Abdul-‘Al, 24 anni, sparandogli nel bacino.

Ha aggiunto che i soldati hanno anche ferito 30 palestinesi, tra cui quattro bambini, e un medico volontario, che ha subito un trauma cranico.

Il medico, identificato come Mohammad Abu T’eima, è stato colpito mentre lui, e molti altri medici, stavano fornendo cure ai manifestanti feriti, a est di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza.

Testimoni oculari hanno detto che i soldati hanno fatto ricorso all’uso eccessivo della forza contro i manifestanti sparando raffiche di proiettili letali, proiettili di acciaio rivestiti di gomma e bombe a gas.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"