Striscia di Gaza: manifestazioni di condanna al ‘coordinamento di sicurezza Anp-Israele’

Gaza – InfoPal. Ieri sera, 26 gennaio, una grande folla si è radunata a Gaza per condannare pubblicamente il “coordinamento in materia di sicurezza” emerso dalle rilevazioni di “The Palestine Papers“, il 25 gennaio scorso.

Oltre 1.600 documenti composti da verbali, scambi di e-mail e da altre forme di comunicazione tra i negoziatori israeliani e quelli dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) avevano provato uno sproporzionato livello di concessioni da parte palestinese.

La prima marcia è partita dalla moschea di Khan Yunes, un'altra da quella di Rafah (entrambe località a sud della Striscia di Gaza).

L'evento è stato organizzato su invito del governo di Hamas, mentre, a conclusione dei cortei, sono intervenuti i due leader del Movimento di resistenza islamica, Yahya Mousa e 'Atallah Abu as-Sabah.

Entrambi hanno condannato “le rivelazioni che hanno smascherato l'Anp”, ai cui dirigenti hanno chiesto di rispondere davanti ad un tribunale pubblico e hanno richiamato la popolazione alla resistenza.

Il governo di Gaza, intanto, ha annunciato altri eventi pubblici per condannare comportamento e operato dei leader di Ramallah.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"