Team medico statunitense rimuove proiettile da testa di bambina palestinese

Territori palestinesi occupati-MEMO. Un team medico statunitense è riuscito a rimuovere un proiettile dalla testa di una bimba palestinese di 7 mesi che era stata ferita da soldati israeliani mentre si trovava in braccio alla madre, secondo quanto riferito da al-Wattan Voice.

In una dichiarazione, il ministero della Sanità palestinese a Ramallah ha affermato che il team medico ha posto fine al calvario di tre settimane della bambina che si trovava in un reparto di terapia intensiva da quando le avevano sparato.

Si tratta di una delle squadre mediche internazionali che visitano regolarmente i Territori palestinesi in collaborazione con il ministero della Sanità. Svolgono operazioni difficili e altri interventi per pazienti palestinesi.

Tre settimane fa, la piccola era stata colpita alla testa mentre si trovava nelle braccia di sua madre, a casa, nella cittadina di al-Mazraa, a nord di Ramallah.

In una dichiarazione, il ministero ha affermato che ospita più di 150 squadre mediche provenienti da molti paesi, specializzate in diversi campi. Forniscono assistenza medica a migliaia di palestinesi che non sono in grado di accedere a questi servizi.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"