Trump: “alba di un nuovo Medio Oriente” durante firma accordi EAU, Bahrain e USA

Washington – MEMO. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha salutato “l’alba di un nuovo Medio Oriente”, poiché gli Emirati Arabi Uniti (EAU) ed il Bahrain hanno firmato accordi per normalizzare completamente le relazioni con Israele.

Gli stati del Golfo sono il quarto ed il quinto paese arabo a riconoscere e stabilire relazioni diplomatiche formali con Israele, dopo Egitto, Giordania e Mauritania. Quest’ultimo ha successivamente reciso i legami con lo stato d’occupazione a seguito della sua guerra del 2014 a Gaza.

“Dopo decenni di divisioni e conflitti, segniamo l’alba di un nuovo Medio Oriente”, ha dichiarato Trump ad una folla di centinaia di persone riunite martedì alla Casa Bianca.

“Siamo qui questo pomeriggio per cambiare il corso della storia”, ha aggiunto.

Alla cerimonia erano presenti i ministri degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti e del Bahrein, insieme al rimo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Il presidente degli Stati Uniti ha parlato di come Israele e i due stati arabi stabiliranno ambasciate nei rispettivi paesi e coopereranno in materia di turismo, commercio, assistenza sanitaria e sicurezza. “Lavoreranno insieme”, ha affermato Trump. “Sono amici”.

Israele e gli Emirati stanno già iniziando i viaggi aerei commerciali tra i loro paesi per la prima volta ed il Bahrain ha aperto il suo spazio aereo.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha descritto la giornata come un “perno della storia, una nuova alba di pace”: “Per migliaia di anni il popolo ebraico ha pregato per la pace, per decenni lo Stato ebraico ha pregato per la pace, ed è per questo che oggi siamo pieni di una gratitudine così profonda”.

Il ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti, sheikh Abdullah Bin Zayed Al-Nahyan, ha dichiarato: “Oggi è un’occasione davvero storica. Un momento di speranza e opportunità. Stiamo già assistendo ad un cambiamento nel cuore del Medio Oriente, un cambiamento che invierà speranza in tutto il mondo.

“Stiamo assistendo oggi a una nuova tendenza che creerà un percorso migliore per il Medio Oriente”.

Tuttavia, l’accordo non è in grado di risolvere decenni di conflitto tra Israele e palestinesi, nonostante la promessa di Trump di farlo con gli sforzi guidati dal consigliere della Casa Bianca, suo genero Jared Kushner.

Trump ha proposto a gennaio un “piano di pace” che ha fortemente favorito gli israeliani, ma non è progredito in modo significativo.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"