Tutti a scuola

Ventoditerra. Ricomincia un nuovo anno scolastico per i bambini della Scuola di Gomme.

In questi giorni i bambini e i ragazzi in tutta Italia torneranno sui banchi e vogliamo augurare a tutti un felice e prospero anno scolastico!
Anche a Khan al Ahmar le aule sono tornate a riempirsi, dopo i giochi e le attività del centro estivo che ha impegnato circa 50 bambini per tutto luglio e agosto. I campi estivi hanno permesso di mantenere in attività la Scuola, aiutando a scongiurare la possibilità di demolizione da parte dell’esercito israeliano. Grazie al generoso sostegno dei donatori italiani tutto questo è stato possibile!

Sono 155 i bambini e le bambine che frequentano la Scuola di Gomme in questo nuovo anno scolastico.
Data la carenza di strutture nell’area, quest’anno una delle aule della Scuola è stata adibita ad asilo, ospitando al momento 14 bambini tra i 4 e i 5 anni di età.
Il primo giorno è stata una grande festa! I bambini sono accorsi dai villaggi vicini per riabbracciare gli insegnanti, emozionati di ricominciare ad imparare tra i libri di scuola. “Sono felice che la mia scuola sia ancora qui”, ci dice Isman, 8 anni, “avevo paura che i soldati la distruggessero e io non avrei più potuto studiare. Ora mi impegnerò ancora di più per imparare tutto quello che posso.” I suoi occhi sorridono, poi si gira e corre in classe per l’inizio della lezione.

“Siamo felici di iniziare un altro anno scolastico”, racconta Maisa, insegnante presso la Scuola di Gomme, “abbiamo dubitato che sarebbe stato possibile, invece siamo ancora qui. Anche se la minaccia di demolizione è sempre presente, faremo il nostro lavoro con serenità e coraggio, per i nostri bambini.”

Resta sempre cauto invece Abu Khamis, capo villaggio e rappresentante della comunità di Khan al Ahmar: non può certo gioire finchè sul villaggio e sulla scuola pende la sentenza di demolizione. In questi giorni la situazione è tornata ad essere preoccupante con la comparsa davanti alle vie di accesso al villaggio di massi con la scritta “Pericolo. Area militare. Vietato l’accesso”.

Abu khamis conferma che è pericoloso camminare in quella zona e rileva la presenza quotidiana di militari. Potrebbe essere la preparazione della chiusura dell’area come area militare. La situazione sembra essere particolarmente delicata, anche in vista delle imminenti elezioni israeliane del 17 settembre, che potrebbero dare una svolta alla situazione di Khan al Ahmar e della Scuola di Gomme.

Intanto auguriamo con tutto il cuore a tutti i bambini e le insegnanti della Scuola di Gomme un felice nuovo anno scolastico, con la speranza che sia sereno e pieno di attività positive per tutti!

Ecco le foto del primo giorno di scuola!

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"