UE e Israele il caso della complicità

Zeitun.info. I fondi per la ricerca UE sono stati una importantissima fonte di finanziamento per
accademici, aziende, e Istituzioni statali, e tra loro una quantità di aziende del
militare e di quelle coinvolte negli illegali insediamenti di Israele. Sebbene Israele
non sia un paese UE, dal 1995 richiedenti israeliani hanno potuto avere accesso
a fondi UE per la ricerca sulle stesse basi degli Stati membri attraverso l’accordo
di associazione UE-Israele.
Per molti anni la società civile europea e palestinese insieme ad organizzazioni
per i diritti umani hanno sollevato la preoccupazione sul fatto che i soldi dei contribuenti UE andassero ad aziende e istituzioni israeliane accusate di crimini di
guerra1
e coinvolte in violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani.
L’Unione Europea per anni ha espresso “profonda preoccupazione” e “condanne”
relativamente alle “esecuzioni mirate” e alle colonie illegali – e dunque dovrebbero
essere finanziate aziende che appoggiano queste attività illegali?

Continua a leggere cliccando sul link ECCP-Italian-2

tag: , , , , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"