Un dirigente delle Brigate Al-Aqsa e una donna anziana sono stati uccisi in un'esplosione.

Fonti mediche palestinesi hanno annunciato che ieri, venerdì, il giovane Raed Tobbelah, di 27 anni, uno dei capi delle Brigate Al-Aqsa è morto dopo durante il trasporto in ambulanza nel tragitto verso un ospedale nella periferia di Nablus. Era statp ferito in maniera grave nello scontro armato tra la resistenza e i soldati di occupazione.

Un testimone oculare ha riferito che si è scatenato un conflitto a fuoco tra le forze di occupazione e della resistenza nella zona di Al-Khan, all’interno della città vecchia, che ha causato il ferimento alla testa del giovane Tobbelah, colpito da una pallottola..

Nel conflitto sono rimasti feriti anche altri due resistenti delle Brigate di Al-Aqsa.

L’ambulanza con Tobbelah moribondo è stata fermata al blocco di Huwarah: il ferito è stato fatto scendere e dirottato verso un ospedale israeliano, dove è morto.

Tobbelah era considerato un dirigente di spicco delle Brigate di Al-Aqsa a Nablus,  ricercato dalle forze di occupazione da più di due anni e ritenuto il leader dei gruppi dei "Cavalieri della notte" (Fawares Al-Layl).

All’alba di ieri, decine di carri israeliani avevano invaso la città di Nablus e il campo profughi di Balata perquisendo diverse abitazioni e danneggiandone gli interni con la scusa di dare la caccia a ricercati. 

I soldati israeliani hanno fatto irruzione nella casa di Ibrahim Al-Jormi, minacciandone la famiglia.

Il giovane Ammar Abu Mustafa, un abitante del campo profughi, è stato arrestato.

 

Nel villaggio di Ainbu, un’anziana donna, Fatima Ahmad Othman, è morta e tre cittadini sono stati feriti a causa di una vasta esplosione dentro un’abitazione. Non si conoscono le cause dell’esplosione.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"