Unità di repressione israeliane fanno irruzione nelle celle dei detenuti palestinesi a Rimon

Wafa. Giovedì, le unità di repressione israeliana hanno fatto irruzione nelle sezioni 3 e 7 nella prigione israeliana di Rimon, nel deserto del Naqab (Negev), dove sono incarcerati i detenuti politici palestinesi, e li hanno brutalmente aggrediti, secondo quanto riferito dalla Palestinian Prisoner’s Society (PPS).

La PPS ritiene il governo dell’occupazione israeliana e l’amministrazione della prigione di Rimon pienamente responsabili per la vita dei detenuti palestinesi e ha esortato gli organismi internazionali per i diritti umani, tra cui il Comitato internazionale della Croce Rossa, ad intervenire per fermare le aggressioni israeliane.

Le autorità israeliane tengono prigionieri oltre 4.500 palestinesi e arabi per resistenza all’occupazione.

Negli ultimi anni, i prigionieri palestinesi hanno lanciato molteplici scioperi della fame per chiedere migliori condizioni di detenzione, compresa la fine delle irruzioni delle forze israeliane nelle loro celle.

(Foto che mostra le forze di repressione israeliane fare irruzione nelle celle dei prigionieri politici palestinesi nel centro di detenzione di Ofer).

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"