UNRWA invita gli Stati a mantenere gli impegni presi nei confronti della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Gerusalemme-Wafa. In occasione della Giornata Internazionale dei diritti umani, l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA), ha sollecitato la comunità internazionale a difendere i diritti umani dei rifugiati palestinesi come sancito nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, e trasformare il loro impegno in azione, per sostenerli secondo il mandato dell’Agenzia.

“I rifugiati palestinesi non devono essere dimenticati, specialmente nel mezzo di una pandemia sanitaria globale che si è trasformata in una acuta pandemia socio-economica”, ha detto il Commissario Generale dell’UNRWA Philippe Lazzarini.

“La comunità dei rifugiati palestinesi, composta da oltre 5,7 milioni di bambini, donne e uomini, che già da decenni vivono in condizioni disperate, è stata duramente colpita in modo inimmaginabile. Questo è il tempo di solidarietà e supporto”.

L’Agenzia ha affermato di essere estremamente preoccupata per il numero crescente e la gravità delle violazioni dei diritti umani come effetto collaterale del COVID-19 e delle limitazioni ai movimenti.

Ciò include sgomberi forzati e sfollamenti nonostante il lockdown, l’aumento dei tassi di disoccupazione, la grave insicurezza alimentare, l’aumento della violenza di genere (GBV), la mancanza di accesso alle cure mediche salvavita disponibili e un numero crescente di crisi di salute mentale.

“La maggior parte dei rifugiati che l’Agenzia serve, compresi i bambini, le persone con disabilità e gli anziani, non sono in grado di ammortizzare gli shock economici, sociali e medici creati da questa pandemia globale all’interno di un preesistente ambiente umanitario e di conflitto”, ha aggiunto Lazzarini.

“Continueranno a materializzarsi conseguenze devastanti per il loro benessere fisico, sociale ed economico, con la maggior parte che già vive già al di sotto della soglia di povertà, se la comunità internazionale non agirà ora”.

“L’enorme sostegno politico che riceve il mandato dell’UNRWA non è accompagnato da risorse sufficienti che ne consentano l’attuazione”, ha continuato.

L’UNRWA ha chiesto agli Stati membri, nella Giornata Internazionale dei diritti umani, il finanziamento delle Nazioni Unite in modo che i rifugiati palestinesi a rischio non vengano lasciati indietro in un mondo post COVID-19.

Traduzione per InfoPal di Silvia Scandolari

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"