Un’umorista olandese fa la parodia della canzone di Eurovision evocando Gaza, Israele furioso

Invictapalestina.org. Un’umorista olandese fa la parodia della canzone di Eurovision evocando Gaza, Israele furioso.
“Guarda che bello, lancio bombe, Israele vince ancora, la festa va avanti da 70 anni”: la parodia molto politica di Sanne Wallis de Vries, trasmessa il 20 maggio sul canale pubblico olandese BNNVARA – FOTO: Netta Barzilai israeliana, vincitrice dell’Eurovision
22 maggio 2018
Una parodia della canzone “Toy” di Netta Barzilai, la vincitrice israeliana dell’Eurovision, fatta di un’umorista olandese ha scatenato l’ira di Israele che denuncia cliché antisemiti. Il testo fa in particolare riferimento alle recenti violenze a Gaza.
“Guarda che bello, lancio bombe, Israele vince ancora, la festa va avanti da 70 anni”: la parodia molto politica di Sanne Wallis de Vries, trasmessa il 20 maggio sul canale pubblico olandese BNNVARA, non ha fatto ridere tutti. Questa variante della canzone “Toy” della vincitrice israeliana dell’Eurovision Netta Barzilai ha fatto arrabbiare anche le autorità israeliane, pochi giorni dopo le violenze mortali che si sono verificate nella Striscia di Gaza.
Nelle immagini di sfondo che scorrono su uno schermo dietro l’umorista olandese, vestita con un abito che ricorda Netta Barzilai, scene di palestinesi che protestano contro il trasferimento dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme.
Almeno 60 persone sono state uccise durante la manifestazione e sono più di 2.000 i feriti da proiettili israeliani. “Se ti rovinano la festa, assicurati di scommettere sulle ambasciate, con il tuo ka-ching, ka-ching e ping-a-ping, con i tuoi dollari e i tuoi soldi, con il tuo ka-ching, ka-ching, ka -ching,” canta l’artista olandese.
Israele denuncia “allusioni antisemite”
In una lettera inviata alla televisione olandese, il Ministero degli Affari Esteri israeliano, furioso, parla di un testo che, a suo dire, comporta “allusioni antisemite come prendere in giro il cibo kasher o fare riferimento al denaro, come da vecchia tradizione anti-ebraica” .

“Mostrare video tristi e deprimenti come sfondo alla canzone vincitrice dell’Eurovision non è solo di cattivo gusto, è anche inaccettabile e vergognoso”, ha aggiunto il ministero.

“Gli eventi [a Gaza] della scorsa settimana sono affrontati con la satira”, ha spiegato il canale, aggiungendo che la parodia non era “in alcun modo una critica alla comunità ebraica”. Per quanto riguarda la sua interprete, Sanne Wallis de Vries, finora si è rifiutata di fare commenti.
Traduzione: Simonetta Lambertini – Invictapalestina.org
Fonte: https://francais.rt.com/international/50913-pays-bas-parodie-chanson-netta-eurovision-israel-gaza

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"