USA forniscono 3.000 “bombe intelligenti” a Israele

Imemc. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato che fornirà l’aviazione israeliana di 3.000 bombe intelligenti (munizioni ad alta precisione progettate per ottenere una maggiore esattezza).

Il finanziamento per la vendita proverrà da aiuti militari a Israele, e sarà pagato alla fine di novembre 2016. Gli Stati Uniti riforniscono Israele di circa  8,5 milioni di dollari di aiuti militari ogni giorno, mentre ai Palestinesi dà 0 dollari.

La Palestina non ha un braccio armato ufficiale al di fuori del coordinamento della sicurezza dell’Anp con Israele, senza una risposta militarizzata all’aggressione delle forze di occupazione lasciata nelle mani di brigate politiche mal attrezzate e di altri gruppi di resistenza locale. I famosi razzi lanciati da Gaza sono poco più che tubi ripieni di dinamite e in genere cadono nelle aree disabitate del deserto del Negev.

Al Ray riferisce che, secondo fonti dei media, il costo del recente accordo è stimato intorno agli 82 milioni di dollari, per cui l’aviazione israeliana riceverà tremila bombe modello G-DAM.

Queste bombe possono colpire i loro obiettivi con precisione, dai router. Israele ha usato queste bombe su vasta scala contro diversi obiettivi nell’ultima aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza. Tuttavia, la maggior parte delle oltre 2.000 “vittime” segnalate a Gaza, la scorsa estate, erano civili.

Gli ufficiali militari israeliani non dicono se le bombe saranno usate contro l’Iran, ma hanno escluso la possibilità che possano essere utilizzate contro obiettivi palestinesi.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"