Valico di Beit Hanoun (Erez): pallottole dell’occupazione israeliana contro i pellegrini palestinesi: uccisa una donna. 4 i feriti.

Gaza – Infopal

La notte scorsa, al valico di Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza, le forze di occupazione israeliane hanno aperto il fuoco contro un gruppo di pellegrini di ritorno dalla Mecca. Nell’attacco, è stata uccisa la pellegrina Khaldiyah Ahmad Hamdan (40 anni), del campo profughi di Jabalia, e sono stati feriti altri quattro.

Le forze di occupazione israeliane hanno sparato all’impazzata contro centinaia di cittadini che si sono diretti al passaggio di Beit Hanoun per accogliere i cittadini di ritorno da Mecca. Diversi sono rimasti feriti e sono stati ricoverati negli ospedali del nord di Gaza.

Fonti mediche hanno riferito che i pellegrini feriti sono quattro, e hanno sottolineato che le ambulanze hanno raggiunto il luogo con molta difficoltà, a causa dei massicci spari da parte dei soldati.

Questo gruppo di pellegrini è il primo di 960 usciti attraverso il valico di Beit Hanoun, a rientrare nella Striscia di Gaza. Il governo di Ramallah, guidato da Salaam Fayyad ne aveva coordinato l’uscita e l’entrata con le forze di occupazione israeliane.

Altre migliaia attendono di poter entrare nella Striscia:

29-12-2007: "2400 pellegrini sono intrappolati al porto di Aqaba: Israele vuole che attraversino il valico di Karni. A loro rischio e pericolo."

Altri articoli correlati:

04-12-2007 Abbas infuriato con l’Egitto: ha permesso ai pellegrini di attraversare il valico di Rafah, che deve rimanere chiuso…
26-10-2007 Pellegrinaggio a Mecca a rischio per gli abitanti della Striscia.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"