Vice-premier israeliano: non trattiamo sulla Spianata delle moschee.

Gerusalemme – Infopal

Il vice premier israeliano ha confermato nuovamente che le trattative con il presidente dell’Anp Mahmud Abbas, segrete e non, "non comprenderanno mai la Spianta delle moschee (la moschea di al-Aqsa e la Cupola della Roccia) e Gerusalemme vecchia".

Haim Ramon, vice di Olmert, ha affermato che "tutti conoscono la vera posizione del governo per quanto riguarda la Spianata delle moschee e la Gerusalemme ebraica".

Nella sua dichiarazione, riportata da diversi media ebraici, Haim ha spiegato che, insieme a Gerusalemme, il governo ha confiscato altre 28 cittadine palestinesi.

E ha criticato l’estrema destra che accusa il governo di Olmert di voler rinunciare a Gerusalemme: "La destra, all’improvviso, ha cominciato a considerare ‘sacre’ quelle cittadine: in realtà non fanno parte di Gerusalemme".

Per quanto riguarda le frontiere dell’Anp, Ramon ha chiarito che esse saranno sempre "il Muro di separazione (il Muro dell’apartheid che ha ingoiato migliaia di ettari dei territori della Cisgiordania, ndr)".

Ramon ha espresso la speranza di raggiungere un "accordo" con l’Anp entro l’anno in corso e di proporre la legge di evacuazione e risarcimento dei coloni che abitano a est del Muro.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"