10 palestinesi uccisi e 59 feriti nell'ultima settimana di assalti israeliani.

Nel periodo tra il 23 e il 29 maggio 2006, le forze di occupazione israeliane hanno commesso 886 violazioni contro il popolo palestinese in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, che hanno causato 10 morti e 59 feriti.

Dal rapporto stilato dal Centro di Informazione nazionale palestinese emerge che i militari israeliani hanno continuato a usare la forza (assalti, irruzioni nelle case, bombardamenti aerei e di terra, edificazione di blocchi stradali e checkpoint, arresti, omicidi mirati, ecc.) contro la popolazione palestinese inerme, in aggiunta a trattamenti disumani che hanno causato molti danni.

Le forze di occupazione hanno arrestato 206 cittadini, e condotto 66 attacchi e 188 perquisizioni; hanno installato 122 posti di blocco militari temporanei, e per 313 volte hanno chiuso gli accessi alle città.

4 le aggressioni di coloni israeliani e decine le violazioni contro le case e i fermi di cittadini ai posti di blocco.

E’ proseguita anche la costruzione del muro dell’apartheid e lo scavo delle terre palestinesi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.