13 cittadini palestinesi sequestrati in Cisgiordania dall’esercito israeliano.

Cisgiordania – Infopal

Ieri, l’esercito israeliano ha sequestrato 13 cittadini palestinesi in diverse aree della Cisgiordania, di cui 10 a Nablus.

Nella cittadina di Taal, nei pressi di Nablus sono stati arrestati due uomini – uno è un docente universitario.

Nel villaggio di Brukin, a ovest di Salfit, i soldati hanno imposto il coprifuoco dopo una violenta incursione.

Altri 2 sono stati arrestati nella città di Qalqilyah, e uno a Ramallah.

Le persone arrestate nella zona di Nablus sono: Hatham Said Atallah (24 anni), di al-Ma’ajin; Radi Nimr al-Hashash  (20 anni), Abdurrahman Khaled Abu Junaid (19 anni), entrambe del campo profughi di Balata; Ghassan Shahtawi (21 anni) del campo profughi al-Ain; Ghassan Abu Ras (24 anni), del campo profughi al-Ain; Mohammad Abderrahman Yusef Asida (24 anni) e suo fratello Khaled della cittadina di Taal, a sud di Nablus; Abdelkarim al-Halaabi e Iyad Dwekat, di Rojib, a est di Nablus.

Fonti ebraiche hanno riferito che le forze di occupazione sono state oggetto di spari nella cittadina di Qabatia, a sud di Jenin, e nel campo profughi di Balata, a est di Nablus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.