14 parlamentari inglesi pubblicano una lettera di appoggio al popolo palestinese.

Dal Centro di Informazioni palestinese di Londra.

Il giornale londinese Guardian, nel numero di ieri, 12 luglio, ha pubblicato una lettera firmata da numerose personalità – in testa il sindaco di Londra -, in cui si chiede al governo britannico di non essere parte del complotto americano- europeo-sionista contro il popolo palestinese e il suo governo eletto.

Tra le altre richieste contenute nella lettera, la ripresa dell’invio degli aiuti europei all’autorità palestinese, la fine dell’embargo sionista imposto al popolo palestinese e al suo governo democraticamente eletto, e la restituzione delle imposte dovute ai palestinesi.

All’entità sionista è stato chiesto di fermare tutte le operazioni militari nei territori occupati, di liberare i dirigenti palestinesi eletti e iniziare un programma di liberazione di tutti i detenuti palestinesi imprigionati da Israele in violazione delle leggi internazionali.

Inoltre, nella lettera si chiede di far pressioni sull’entità sionista attraverso le Nazione Unite per applicare le risoluzioni del 1967, e fermare il commercio di armi tra la Gran Bretagna e Israele finché quest’ultimo non rispetti le leggi intenazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.