2 palestinesi morti a causa di attacchi delle forze israeliane. Uno era rimasto gravemente ferito durante il massacro di Beit Hanoun, mercoledì scorso.

Questa mattina, nella Striscia di Gaza, 2 palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane.

Uno è stato ucciso quando l’artiglieria israeliana ha lanciato un missile terra-terra contro l’area di Beit Lahiya, al nord. Il secondo è morto a seguito delle feriti riportate durante l’attacco contro Beit Hanoun, la settimana scorsa.

Fonti sanitarie palestinesi hanno riferito che un ragazzo è rimasto ucciso quando i militari israeliani hanno colpito un gruppo di studenti, vicino all’ospedale Balsam, tra le città di Beit Hanoun e Beit Lahiya.

Altri due sono rimasti feriti da frammenti di missili incandescenti.

Fonti dell’ospedale hanno riferito che il cadavere del ragazzo è giunto sfigurato e smembrato.

I feriti sono: Abdullah Abu Namous, 17 anni, e Ramzi Ibrahim, 22.

Mohammad Nabil, 18 anni, è morto invece a causa delle ferite riportate durante i bombardamenti contro Beit Hanoun di mercoledì scorso. Nabil era stato gravemente ferito e trasportato in un ospedale israeliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.