24 palestinesi arrestati in varie città della Cisgiordania.

Questa mattina, 24 palestinesi sono stati arrestati in varie città della West Bank durante raid israeliani. A darne notizia è la Radio israeliana, che ha precisato che le aree coinvolte dagli attacchi dell’esercito sono quelle di Nablus, Tulkarem, Ramallah, Betlemme e Hebron e che le persone arrestate sono attiviste di Hamas, di Fatah e del Jihad islamico.

Fonti della sicurezza palestinese hanno dichiarato che le forze israeliane hanno fatto irruzione a Betlemme mettendo sotto assedio i sobborghi della Valle Shahin, nella città di Betlemme, dove hanno arrestato 5 cittadini.  
Le fonti hanno spiegato che uno degli uomini arrestati è Nayef Abaiyat, accusato di aver ucciso un colone israeliano, e ferito un altro, e di aver ucciso, nel 2004, anche un collaborazionista palestinese.

Nell’area di Tulkarem sono stati arrestati altri 2 palestinesi. 
I militari sono entrati nel villaggio di Attil, a nord di Tulkarem, e hanno fatto irruzione nell’abitazione di Mis’id Rushdi Abu Moussa, un ragazzo di 17, accusato di essere membro del Fronte Popolare di Liberazione della Palestina, arrestandolo e conducendolo in una località sconosciuta.

I soldati israeliani hanno assaltato anche il villaggio di Illar, a nord, e hanno fatto irruzione nella casa di Tariq Ziad Zahran, 19 anni, attivista di Fatah, e lo hanno arrestato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.