3 militanti delle Brigate Al-Qassam sono stati uccisi dalle forze israeliane. 1 è rimasto ferito.

Questa mattina, nel centro della Striscia di Gaza, 3 palestinesi sono stati uccisi e un quarto ferito – tutti appartenenti alle Brigate dei Martiri Iz Ad-Din Al-Qassam, ala armata di Hamas -, colpiti dalle forze di occupazione israeliane durante un attacco armato vicino al valico militare di Nahal.

La parte israeliana ha reso noto che i palestinesi hanno subito 3 perdite vicino la fabbrica di succhi di frutta, a est della città di Gaza. 

Squadre di medici palestinesi si sono recati sulla scena e hanno trasportato i corpi delle vittine e il ferito all’ospedale Dar Shifa, a Gaza.

Fonti palestinesi hanno dichiarato che le tre vittime sono: Said Bassam Hels, 21 anni, Abdel-Halim Saqr Al-Bayoumi, 27 anni – entrambi del quartiere Ash-Shaja’iyeh, a est di Gaza -; e Mohammed Al-Faqi del campo profughi di An-Nuseirat, al centro della Striscia. Mentre il ferito è Muhammad Ya’qub, soldato della città di Gaza. Le sue ferite sono medie.

Fonti mediche hanno confermato che le vittime sono colpite in diverse parti del corpo e che sono morte sul colpo.

Da parte loro, le Brigate Al-Qassam hanno dichiarato che i tre appartenevano al loro gruppo e che sono state colpiti mentre stavano portando a compimento un’operazione militare.

Fonti israeliane hanno affermato che i tre combattenti erano membri di una cellula armata addestrata per piazzare esplosivi vicino alle barriere di cemento nelle zone di confine della Striscia, e che l’unità Ghafa’ati dell’esercito israeliano li ha scoperti mentre si stavano avvicinando al muro e li ha uccisi senza che fossero in grado di difendersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.