3 palestinesi sono stati uccisi e 11 feriti. Israele ammette l’uccisione di un suo soldato e il ferimento di altri 5.

Gaza – Infopal

3 palestinesi uccisi e 11 feriti: questo è il bilancio di una giornata di aggressioni israeliane contro la Striscia di Gaza.

Tra le vittime, un uomo handicappato, Faird Abu Awda: i soldati israeliani gli hanno sparato in testa due volte, mentre si trovava a casa, a Beit Hanoun.

Durante l’invasione della cittadina di Beit Hanoun, nel nord della Striscia di Gaza, un adolescente, Ahmad Ata az-Zaanin, 17 anni, studente, è stato ucciso mentre andava a scuola.

Khan Yunes

Un altro palestinese è stato ucciso a Khan Younes. Si tratta di Ahmad Ibrahim Abu Tahoun, 22 anni, membro delle Brigate al-Qassam, colito durante la resistenza contro le forze speciali israeliane, penetrate nella zona Ma’mar, vicino al passaggio di Sufa, a est di Khan Younes.

Fonti israeliane hanno comunicato l’uccisione di uno dei loro soldati e il ferimento di altri 5, sempre nella stessa operazione. Alcuni feriti versano in gravi condizioni.

In un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto copia, le Brigate hanno dichiarato che "il martire Abu Tahun si è scontrato violentemente con una forza israeliana".

Ieri sera, altri due membri delle Brigate sono stati feriti in maniera non grave durante la resistenza a un tentativo di invasione delle forze speciali israeliane nella zona as-Sanati, a nord della cittadina Khuzaah, a est di Khan Yunes, nel sud della Striscia di Gaza.

I combattenti di al-Qassam hanno bombardato le truppe di invasione con sette granate, hanno fatto detonare una carica esplosiva e poi si sono scontrati con loro.

Negli ultimi tempi sono aumentati i tentativi di penetrazione delle forze speciali israeliane dell’unità scelta Golani nella Striscia di Gaza. Tuttavia, la maggiore parte di questi tentativi fallisce a seguito dell’opposizione della resistenza palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.