45 parlamentari europei chiedono il rilascio dei 45 colleghi palestinesi rinchiusi nelle carceri israeliane.

 
 

COMUNICATO STAMPA

DI

LUISA MORGANTINI

(GUE/NGL)

Vice Presidente del Parlamento Europeo

 

 

 

45 PARLAMENTARI EUROPEI SI ALZANO IN PIEDI PER L’IMMEDIATO RILASCIO DEI

45 PARLAMENTARI PALESTINESI DETENUTI NELLE CARCERI ISRAELIANE

 

 

 

Bruxelles, 6  Giugno 2007

 

 

45 deputati del Parlamento Europeo, appartenenti a diversi gruppi politici, hanno deciso oggi di esprimere la loro solidarietà ai 45 colleghi palestinesi detenuti nelle prigioni israeliane, e hanno chiesto il loro immediato e incondizionato rilascio.

 

Pochi istanti prima del dibattito con l’Alto Rappresentante Javier Solana sulla situazione del Medio Oriente, 45 Parlamentari europei si sono alzati in piedi nel corso della sessione plenaria, rappresentando simbolicamente i 45 componenti del Consiglio Legislativo Palestinese arrestati dall’esercito israeliano in palese violazione della legalità internazionale.

 

“Come Parlamentari Europei, ognuno di noi è profondamente preoccupato dalla detenzione del Presidente e di un terzo dei Membri del Consiglio Legislativo Palestinese, democraticamente e legittimamente eletti dal Popolo palestinese”, hanno affermato i Parlamentari Europei nella loro dichiarazione.

 

Con questa iniziativa, i 45 Parlamentari Europei vogliono non solo condannare fermamente gli arresti effettuati dall’esercito israeliano, ma anche ricordare l’anniversario dell’inizio dell’occupazione militare israeliana nei Territori palestinesi, che oggi stesso compie 40 anni.

 

“Siamo angosciati non solo per le sorti dei 45 Membri del Palestinian Legislative Council, ma anche per quelle dei quasi 11000 prigionieri politici palestinesi attualmente rinchiusi nelle carceri israeliane, senza aver sostenuto un giusto processo e spesso letteralmente e brutalmente sequestrati dai soldati israeliani.

Tutti i prigionieri politici devono essere rilasciati, così come deve essere liberato il caporale israeliano Gilad Shalit, sequestrato nella Striscia di Gaza, secondo la logica dello scambio di prigionieri” ha dichiarato Luisa Morgantini, che era tra i 45 Deputati Europei che hanno preso parte all’iniziativa.

 

“40 anni di occupazione militare sono abbastanza: ora è urgente trovare una soluzione politica al conflitto israelo- palestinese, basata su “Due popoli e due Stati” ed è necessario che il Palestinian Legislative Council possa continuare la sua attività, invece di essere continuamente ostacolato dai check point, dagli arresti arbitrari, dalle esecuzioni sommarie portati avanti dall’attuale politica di occupazione militare da parte del Governo Israeliano”, ha concluso Luisa Morgantini.

 

Membri del Parlamento Europeo che hanno partecipato all’iniziativa:  

 

Adamou Adamos,  Andria Alfonso, Aubert Marie-Hélène, Auken Margarete, Beer Angelika,  Brepoels Frieda,  Bourzai Bernadette, Bowis John, Carnero Gonzàlez Carlos, Cohn-Bendit Daniel, Davies Chris, De Brún Bairbre, De Keyser Véronique, Demetriou Panayiotis, De Rossa Proinsias, Evans Jill, Flautre Hélène, Gottardi Donata, Guerreiro Pedro, Hammerstein Mintz David, Isler-Béguin Marie-Anne, Kasoulides Ioannis, Kratsa-Tsagaropoulou Rodi, Locatelli Pia Elda, Lucas Caroline, Madeira Jamila, Matsakis Marios, McMillan-Scott Edward, Menendez Del Valle Emilio, Meyer Pleite Willy, Morgantini Luisa, Napoletano Pasqualina, Patrie Béatrice, Portas Miguel,  Purvis John, Resetarits Karin, Romeva i Rueda Raül, Roure Martine, Saïfi Tokia, Savi Toomas, Sudre Margie, Svensson Eva-Britt, Toussas Georgios, Triantaphyllides Kyriacos, Wurtz Francis.

 

Per informazioni  Luisa Morgantini 0039 348 39 21 465 o Francesca Cutarelli 0039 340 56 49 335

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.