Il Mufti di Gerusalemme conferma lo sprofondamento di tre mattoni nel piazzale della mosche di al-Aqsa

Gerusalemme
Shaikh Mohammad Hasanen, Mufti di Gerusalemme, ha smentito le notizie che hanno parlato di un crollo nel piazzale della moschea al-Aqsa, e ha confermato che è soltanto la rottura di tre mattoni nella piazza a seguito del passaggio della macchina delle polizie su un canale di scarico che ha rotto le mattonelle.
Hussein ha chiarito di essersi andato, ieri sera, insieme all’ingegnere degli affari religiosi per visitare il luogo per assicurarsi dell’accaduto, e ha detto “che la situazione è tranquillante e non ci sono crolli in quella zona”.

Invece l’associazione di al-Aqsa aveva riferito che gli scavi israeliani sotto la moschea di al-Aqsa hanno causato un crollo nel piazzale della moschea e hanno anche causato incrinature pericolose nei muri della case attaccate al muro ovest della moschea, e hanno fotografato il crollo nel piazzale, che ha formanto una buca lunga due metri, larga un metro e mezzo e profonda un metro, e hanno fotografato anche le incrinature dei muri della case vicine alla moschea. L’associazione ha confermato che il crollo è causato dagli scavi israeliani sotto la moschea al-Aqsa e d’intorno.
L’organizzazione ha rivolto un appello al mondo islamico, arabo e palestinese della necessità di muoversi velocemente per salvare la mosche dalla crescita degli scavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.