Fonti palestinesi: Israele ha informato il Cairo della necessità di accelerare la chiusura della questione di Shalit in cambio alla liberazione di detenuti palestinesi.

Ramallah
Fonti palestinesi ben informate, oggi martedì, hanno confermato che il governo israeliano, negli ultimi tempi, sta aumentando le sue attività diplomatiche con il Cairo, tramite le ripetute visite di Amos Jelad per accelerale le trattative legate al fascicolo del soldato israeliano sequestrato dalle fazioni palestinesi, Jelad Shalit, in cambio alla liberazione di detenuti palestinesi dalle prigioni israeliane nell’ambito di un accordo tra Hamas e Israele con la mediazione egiziana.
Le fonti hanno riferito che Amos Jelad, presidente della commissione di sicurezza e politica al ministero della Difesa, durante la sua ultima visita in Egitto ha discusso i mezzi per riattivare la questione del soldato israeliano, Jelad, per causa delle pressioni praticate sul governo israeliano sia dall’interno che dall’esterno della necessità di mettere fine a questo fascicolo molto spinoso per le difficoltà delle trattative e l’insistenza delle fazioni che lo sequestrano sulle loro condizioni, indicando che Israele negli ultimi tempi ha mostrato posizioni più elastiche, ha quasi accettato le richieste delle fazioni palestinesi che sequestrano il soldato Shalit.
Le fonti hanno chiarito che paesi europei premono su Israele per accettare le condizioni dalle fazioni palestinesi per chiudere questo fascicolo.
E hanno chiarito che Amos ha informato gli egiziani che il primo ministro israeliano Ehud Olmert e il suo ministro della difesa Ehud Barak vogliono riattivare il fascicolo del soldato Jelad e chiudere le trattative per lo scambio, in un tentativo per migliorare la loro immagine davanti al pubblico israeliano che è convinti che Olmert e Barak non possono liberare Shalit con la forza ma solo con le trattative e accettare le condizioni della fazioni sequestratrice, all’ombra delle chiacchere di elezioni anticipate in Israele.
Negli ultimi tempi, si sono alzate voci israeliane che chiedono la chiusura del caso Shalit e liberare i detenuti palestinesi tramite un accordo per lo scambio tra le parti.
Le fonti prevedono che le prossime settimane vedranno un movimento segreto per chiudere il fascicolo di Shalit e hanno indicato che l’Egitto gioca un ruolo principale in questa direzione.
Le fazioni palestinesi che sequestrano Shalit avevano presentato la lista con i nomi dei detenuti palestinesi che devono essere liberati in cambio al rilascio del soldato, Israele aveva rifiutato supponendo che ci sono personaggi con le mani sporchi di sangue israeliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.