A Gheddafi la presidenza della Lega Araba.

La presidenza di turno della Lega Araba sarà ufficialmente consegnata alla Libia, prima della inaugurazione del vertice di Sirte, nella costa libica.

Il leader libico Muammar Gheddafi prenderà il posto dell'emiro qatariota Hamad bin Khalifa Al-Thani, alla presidenza della Lega Araba, che raggruppa 22 Paesi arabi. Dopo la sessione di consultazione, il presidente del vertice di quest'anno presenzierà una sessione a porte chiuse per discutere cinque punti all'ordine del giorno, tra cui la situazione di Gerusalemme e l'eventuale rinuncia all’Iniziativa di pace araba.

Mentre i leader arabi hanno cominciato ad arrivare per il simposio di Sirre, sette dirigenti hanno confermato che non saranno presenti quest'anno, tra cui Sheikh Khalifa bin Zayed Al-Nahyan, degli Emirati Arabi Uniti, il re del Bahrein Hamad ibn Isa Al Khalifah, e il sultano dell'Oman Qabus bin Said. Il presidente egiziano Hosni Mubarak, non sarà presente per motivi di salute.

Neanche il Libano parteciperà al vertice, mentre l'Arabia Saudita non ha né confermato né declinato l'invito.

I capi già presenti nella città libica sono il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika, il presidente della Mauritania Mohamed Ould Abdel Aziz, Ash-Sheikh Sharif Sheikh Ahmad della Somalia, Omar Al-Bashir del Sudan, l’emiro del Kuwait Sabah Al-Ahmad As-Sabah, e i rappresentanti personali del re del Bahrain.
Sono già arrivati a Sirte i presidenti di Siria, Bashar Al-Assad, Tunisia, Zine El Abidine Ben Ali e Yemen, Ali Abdullah Saleh, nonché Saud Bin Rashed Al-Mu'la, rappresentante degli EAU e Fahed bin Mahmoud Al-Sa'ìd, vice primo ministro dell'Oman.
Inoltre, sarà presente anche il Segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.