Abbas alla 63a sessione dell’Assemblea generale dell’Onu: ‘Gli insediamenti israeliani minacciano gli sforzi di pace’.

Ramallah – Infopal. Ieri, intervenendo alla 63a sessione dell’Assemblea generale dell’Onu, a New York, il presidente dell’ANP, Mahmoud Abbas, ha dichiarato che la continua costruzione di colonie israeliane in Cisgiordania "minaccia gli sforzi per raggiungere una pace in Medio Oriente".

Abbas ha spiegato che Israele continua a ignorare le risoluzioni e i trattati internazionali e prosegue nella costruzione di insediamenti ebraici, e ha richiesto un monitoraggio internazionale affinché si ponga fine concretamente al conflitto israelo-palestinese. Ha poi aggiunto che il Quartetto internazionale e il Consiglio di Sicurezza dell’Onu dovrebbero intraprendere "sforzi più efficienti" in tal senso.

Il presidente dell’ANP ha ribadito inoltre il rifiuto per "qualsiasi soluzione parziale o transitoria che faccia decadere o rimandi alcune delle questioni palestinesi principali" che manterrebbero viva "la fiamma del conflitto" minacciando gli sforzi per la pace.

Abbas ha anche chiesto a Israele di porre fine all’assedio alla Striscia di Gaza, di liberare i prigionieri politici palestinesi e di eliminare i checkpoint nei territori della Cisgiordania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.