Abbas alla tv israeliana: ‘Ho proposto a Hamas di consegnare all’ANP Gilad Shalit per giungere ad un accordo accettabile’

Ramallah – Infopal. Il presidente dell'ANP Mahmoud Abbas ha dichiarato di opporsi alla proclamazione unilaterale di uno Stato palestinese, preferendo invece accordi firmati.

Nel corso di un'intervista al secondo canale della tv israeliana (26 aprile), egli ha detto “che tende una mano al popolo israeliano per realizzare la pace”, aggiungendo che è pronto a lavorare col primo ministro israeliano al tavolo dei negozianti il mese prossimo.

Parlando delle costruzioni coloniali a Gerusalemme (al- Quds) est, ha osservato Abbas: “Il congelamento di queste costruzioni resta  una condizione preliminare per riprendere i colloqui con Israele”.

Egli ha poi sottolineato che “i palestinesi non riusciranno ad imporre ad Israele il diritto al ritorno nell'ambito di un accordo di pace. Spetta ad entrambe le parti attenersi a quanto è stato stabilito negli accordi – ha poi osservato – , ovvero la Road Map, anche per quel che attiene ai profughi”.

Per quanto riguarda il soldato israeliano in mano alla Resistenza palestinese, egli ha detto che si oppone a che Gilad Shalit sia imprigionato, ma si oppone anche all'incarcerazione di 8.000 palestinesi.

Egli ha poi rivelato di aver proposto a Hamas di consegnare Shalit all'ANP, al fine di giungere a un accordo accettabile per tutte le parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.