Abbas e Haniyah si sono accordati per riformare l’Olp. Mishaal vice-presidente? La voce è stata smentita.

Il presidente Mahmoud Abbas e il primo ministro Ismail Haniyah si sono accordati per riformare l’Olp, l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, entro la fine dell’anno.

Il quotidiano del Golfo, "Al- Khaleej" ha rivelato che Abbas e Haniyah stanno lavorando alla creazione di un accordo complessivo tra Fatah e Hamas "come preludio per la formazione di un governo di unità". Il giornale conferma che Hamas è d’accordo a riconoscere l’Olp come il legittimo rappresentante del popolo palestinese, dopo avervi aderito.

L’accordo tra le due parti prevede di indire nuove elezioni parlamentari all’interno dei Territori palestinesi e in quattro stati arabi: Siria, Libano, Giordania e Egitto – dove vive la maggioranza della Diaspora palestinese.

La Giordania limita le elezioni ai soli campi profughi. 

L’esecuzione di tale accordo è tuttavia subordinata al successo nella formazione di un governo di unità nazionale. Abbas, per il momento, ha congelato tutte le discussioni fino al suo ritorno dagli Stati Uniti.

In questi giorni correvano voci secondo cui Abbas e Haniyah si erano accordati nel nominare il capo dell’Ufficio politico di Hamas, Khalid Mishaal, come vice-presidente dell’Olp, ma sono state smentite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.