Abbas in Argentina: ‘Obama non sta facendo nulla per il processo di pace’.

Buenos Aires – Agenzie. “Il presidente Usa Barack Obama non sta facendo nulla per il processo di pace”. E’ quanto ha dichiarato ieri il presidente dell’Anp Mahmud Abbas a un giornale argentino.

“Per il momento lui non sta facendo nulla, ma ha invitato noi a riprendere il processo di pace – ha spiegato Abbas al quotidiano ‘Clarin’, durante una visita ufficiale in Argentina -. Spero che in futuro egli possa ricoprire un ruolo più importante”.

E ha aggiunto: “I palestinesi aspettano che gli Usa facciano pressioni su Israele in modo che rispetti le risoluzioni internazionali e realizzi la Road Map. Essi possono esercitare pressioni su due aspetti: blocco degli insediamenti e ritiro dai Territori palestinesi occupati nel 1967”.

Abbas ha poi detto al quotidiano argentino di ritenere che i palestinesi abbiano già concesso molto agli israeliani: “Abbiamo accettato di riavere indietro soltanto il 22 per cento della Palestina. Questa è già la più grande concessione. Abbiamo anche accettato che a Israele rimanga il restante 78 per cento. Quali altre concessioni si aspettano da noi? Ora siamo pronti ad annunciare la nostra indipendenza se Israele ce lo concederà”.

Da parte sua, ieri, il presidente argentino, Cristina Fernandez Kirchner, ha criticato l’amministrazione Usa per aver fatto “troppo poco” per la ripresa dei colloqui di pace.

  Abbas in Brasile. La settimana scorsa, durante la sua visita in Brasile, Abbas ha chiesto al presidente Luiz Inacio Lula da Silva di ricoprire un ruolo importante nel processo di pace israelo-palestinese.

“Lei ha conquistato l’ammirazione internazionale, è molto capace – così si è rivolto il presidente dell’Anp all’omologo brasiliano, durante l’incontro avvenuto a Salvador di Bahia -. Noi abbiamo bisogno del vostro aiuto. Abbiamo bisogno che lei ricopra il ruolo di mediatore, perché è preparato per questo”.

In risposta, il presidente brasiliano, ha condannato la situazione di conflitto che coinvolge palestinesi e israeliani e ha confermato che il Brasile ha interesse a partecipare più assiduamente al dialogo di pace nella regione.

Lula ha inoltre condannato l’ampliazione degli insediamenti israeliani in Cisgiordania.

Mahmud abbas è arrivato a Bahia giovedì 19 novembre, dando il via a un tour latino-americano, finalizzato a trovare il sostegno per la creazione di uno Stato palestinese.

Il suo primo appuntamento ufficiale è stato un incontro con gli ambasciatori dei paesi arabi.

Venerdì mattina Abbas e Lula hanno siglato un accordo di cooperazione tecnica tra i due paesi.

Secondo il ministro delle relazioni estere brasiliane, Celso Amorim, il Brasile già sostiene economicamente la Palestina e l’accordo appena firmato amplierà la partecipazione in altri settori – per esempio, nell'agricoltura e nelle esportazioni.

(Fonte: Estadao)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.