‘Abbas: ‘In caso di fallimento dei negoziati, ogni opzione è aperta, tranne la lotta armata’

Mosca – InfoPal. “Sappiamo bene che la gente è stanca di parole prive di conseguenze pratiche, ma non non vogliamo rinunciare a nessuna occasione utile per raggiugre la pace”.

Così ha dichiarato da Mosca il presidente dell’Autorità palestinese (Anp), Mahmoud ‘Abbas, dove si trova in visita ufficiale per discutere con il presidente russo, Dmitry Medvedev, dei negoziati riavviati con Israele ad ‘Amman.

“Siamo consapevoli della sensibilità dell’argomento e sappiamo che per Israele i negoziati sono un escamotage per prendere altro tempo e colonizzare il massimo del territorio palestinese.
Tuttavia, da parte nostra, non intravediamo soluzioni diverse dai negoziati, e se questi falliranno sarà solo per volontà di Israele. Se questo dovesse accadere, non escludiamo altre piste, ma non la resistenza armata.

“Ribadiamo qui il nostro netto rifiuto per gli insediamenti illegali in terra palestinese, ma non abbiamo mai voluto rinnegare il riconoscimento dello Stato di Israele”.

Nella stessa occasione, ‘Abbas ha affermato di non aver avviato alcun procedimento legale contro Israele, per i suoi crimini commesi a Gaza (“Piombo Fuso” 2008-2009, con oltre 1.400 palestinesi assassinati) presso la Corte Penale Internazionale dell’Aja.

“E’ un’iniziativa che non abbiamo mai intrapreso”, ha commentato il presidente dell’Anp al riguardo.

Sull’ultimo grave episodio ai danni del presidente del Consiglio legislativo (Clp), ‘Aziz Dweik, ‘Abbas ha detto di non credere che Israele abbia voluto tentare di fermare la riconciliazione nazionale con il suo arresto, né che abbia voluto vendicarsi su Hamas.

“Arresti arbitrari sono le ‘fondamenta della legalità israeliana’ con le quali siamo costretti a vivere”, ha osservato ‘Abbas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.