Abbas: 'La questione dei prigionieri è cruciale come Gerusalemme, i rifugiati, gli insediamenti, i confini'.

Ramallah – InfoPal. Il presidente dell'Autorità palestinese, Mahmoud Abbas, ha dichiarato che la questione dei prigionieri nelle carceri israeliane israeliane è un “tema cruciale”, come lo sono Gerusalemme, i rifugiati, gli insediamenti e i confini. Tutti da inserire nella “fase finale” dei negoziati con Israele.

Ieri sera, durante l'iftar, il pasto di rottura della giornata di digiuno (nel mese di Ramadan attualmente in corso) con alcuni prigionieri liberati dalle carceri israeliane, ha dichiarato: “Sappiamo che tutte le questioni che ci riguardano sono importanti, ma sappiamo anche che il destino dell'uomo e della sua vita, la sua dignità e la sua libertà sono aspetti salienti che dobbiamo proteggere e difendere”.

Abbas ha espresso la speranza che il prossimo incontro con i detenuti e le loro famiglie si possa svolgere a Gerusalemme, capitale di uno stato palestinese indipendente: “Voi siete tutti qui, oggi, a rappresentare una parte degli eroi, nostri fratelli, che hanno trascorso lunghi periodi di tempo in carcere: essi sono migliaia e migliaia. Ci auguriamo che l'anno prossimo potremo incontrarci con tutti loro personalmente, da tutte le province del paese, a Gerusalemme come capitale dello Stato palestinese indipendente”.

Alla colazione hanno partecipato il segretario generale della presidenza Tayeb Abdel Rahim, il ministro degli Affari dei Prigionieri, Issa Qaraqe, e diversi ex prigionieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.