Abedrabbo: ‘Haniyah non ha il poter di decidere sulla formazione di un governo di unità. La fonte del potere è in Siria e in Iran’.

Aberabbo mette in dubbio che Haniyah possieda il potere di decidere per quanto riguarda il nuovo governo di unità e smentisce i contatti per la sua formazione.

 

Yasser Abedrabbo, membro del Comitato esecutivo dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina e suo segretario, ieri ha confermato che il potere decisionale palestinese è frammentato tra diverse capitali arabe, locali e internazionali dopo che, 30 anni fa, era stato riportato in mani palestinesi.

 

Abedrabbo dubita che il primo ministro Ismail Haniyah abbia il potere di decidere sulla formazione di un governo di unità nazionale, e ha indicato che "la fonte decisionale è in Siria e in Iran".

 

E ha smentito l’esistenza di iniziative per la formazione del nuovo governo, e quanto a quella "araba" proposta a Hamas e Fatah, ha spiegato che si tratta di un discorso senza contenuti.

 

Abedrabbo ha sottolineato come la formazione di un governo di unità nazionale sia diventato uno slogan per Al-Fatah e Hamas. Sostiene infatti che "non hanno altre intenzioni oltre a quella di trasformare il discorso sul governo di unità nazionale in uno slogan dell’unità araba. Lo slogan che lanciano i partiti nazionalisti arabi, e di uso e consumo per i mezzi di informazione".

 

Abedrabbo ha anche negato la possibilità che gli sforzi giordani possano avere successo nell’avvicinare il presidente palestinese Mahmoud Abbas e il primo ministro Ismail Haniyah. Quanto alla speranza per una visita di Haniyah in Giordania, ha dichiarato di non aver udito nulla al riguardo e che ritiene che tale visita non ci sarà.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.