Abitazioni abbattute a Lod. Altre notifiche consegnate a Silwan

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Un'altra giornata di demolizioni in Palestina, ieri, 13 dicembre: all’alba bulldozer israeliani, accompagnati da ingenti forze militari e della polizia, hanno demolito alcune abitazioni palestinesi nella cittadina di Lydda (Lod), all’interno dei Territori palestinesi occupati nel ’48 (Israele, ndr).


La motivazione fornita dai militare “mancanza di licenza edilizia”.

 

Le operazioni di evacuazione sono state condotte con la forza: intere famiglie, anziani e bambini hanno assistito a scene di violenza armata delle forze dell’ordine che hanno intimato tutti i legittimi proprietari ad abbandonare le proprie case.


Gli ordini erano stati consegnati in anticipo e le famiglie colpite ieri avevano tentato invaso un ricorso alla giustizia.

Intanto, in Palestina, imperversano rigide temperature meteorologiche e la sorte degli sfollati diventa tanto più insostenibile.

 

Il giorno prima a Silwan (al-Quds/Gerusalemme), accompagnati da cani addestrati, i militari isareliani avevano consegnato numerose notifiche di demolizione ai residenti palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.