Abu Shahla: elezioni prima della riconciliazione interna

Gaza – Infopal. Il deputato Faysal Abu Shahla, membro del Consiglio rivoluzionario di Fatah nella Striscia di Gaza e presidente della Commissione di vigilanza per i diritti umani nel Consiglio legislativo, ha invitato  Hamas a svolgere le elezioni presidenziali e legislative entro il termine previsto dalla legge, anche senza aver raggiunto la riconciliazione politica.

“Il divario – ha dichiarato il parlamentare – finirà solo quando il cittadino palestinese esprimerà il suo parere”, sottolineando quindi la necessità che tutti rispettino i risultati del voto. Ha poi ricordato che Hamas ha respinto altri appelli simili a questo con l’obiettivo di porre fine alla crisi interna, e che tuttavia, dall’altra parte, chiamare i palestinesi alle urne il prossimo 25 di gennaio come da programma è costituzionale, e non bisognerebbe dunque superare quella data.

“Dopo la data delle elezioni – ha proseguito – nessuno potrà reclamare alcuna legittimità, e chi crede nella democrazia deve credere allo stesso modo che questa è la soluzione ideale per risolvere le controversie e le divisioni”, sostenendo quindi che i tentativi di sottrarsi allo svolgimento delle elezioni sarebbe indice di cattive intenzioni verso la sovranità dello Stato di diritto.

Sulla questione del dialogo nazionale, Abu Shahla ha invece affermato che “il rinvio della prossima sessione è giunto dopo i continui incontri effettuati dalla delegazione egiziana tra Ramallah e Damasco, dove si sono incontrate tutte le fazioni palestinesi”. Secondo il politico, il ritardo nel cammino delle trattative riflette la loro crisi, con Hamas ancora attaccato alle proprie posizioni e allo sviluppo di un dialogo bilaterale, e Fatah che punta invece ad un dialogo nazionale globale che metta fine alle divisioni  tra tutte le fazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.