Abu Zuhri: 'Le dichiarazioni di D’Alema vanno considerate come un ampliamento del fronte del rifiuto internazionale al boicottaggio di Hamas

Sami Abu Zuhri, portavoce del Movimento di Resistenza Islamica, Hamas, ha affermato che le dichiarazioni del ministro degli esteri italiano Massimo D’Alema sulla "necessità di un accordo Hamas e Fatah" come condizione fondamentale per la riuscita degli sforzi verso la pace e sull’impossibilità di "fare la pace solo con la metà del popolo palestinese", "confermano i cambiamenti a livello internazionale".

Abu Zuhri ha sottolineato che la comunità internazionazionale "si stanno rendendo conto del fallimento della politica guidata dall’amministrazione americana, rappresentata dal boicottaggio del movimento di Hamas e dal sostegno di una parte palestinese contro l’altra. Queste dichiarazioni confermano che qualsiasi iniziativa di pace che esclude Hamas è condannata al fallimento".

E ha aggiunto: "Le affermazioni di D’Alema evidenziano il fallimento della politica di boicottaggio politico di Hamas, e la crescita di realtà internazionali intenzionate a dialogare con il movimento e a intrattenere rapporti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.