Accoltellato a Gaza un difensore di al-Mezan

Gaza – Ma’an. Un difensore per i Diritti Umani è stato accoltellato da ignoti a Gaza City, dopo aver ricevuto minacce per aver scritto un articolo di critica verso i Movimenti di resistenza palestinese.

Mahmoud Abu Rahma, direttore per le relazioni internazionali di al-Mezan a Gaza, è stato accoltellato più volte mentre tornava da casa del fratello, nel fine settimana scorso.

Da quando aveva scritto un articolo nel quale addossava la responsabilità maggiore per le violazioni ai cittadini, ai gruppi della resistenza – era il 31 dicembre – Abu Rahma aveva iniziato a ricevere messaggi e telefonate minatorie.

“Dicono che sono un collaborazionista e che devo aspettarmi una punizione. Poi, mi chiedono di ritirare le mie dichiarazioni”.

Ma già lo scorso 3 gennaio Abu Rahma era stato aggredito.

Nello specifico nel suo articolo si chiedeva giustizia per le vittime del “fuoco amico” e di altri effetti collaterali, ovvero errori della resistenza, e si chiedeva ai governi di Ramallah e di Gaza di perseguire i responsabili.

“Chi proteggerà i cittadini da una resistenza forte o da un governo di potere, quando a sbagliare sarà una di queste due parti?”, aveva scritto Abu Rahma.

Il direttore di al-Mezan, ‘Essa Younes, ha chiesto al governo di Gaza di indagare sul fatto di cronaca: “Attacchi contro attivisti per i Diritti Umani o contro la libertà d’espressione come questo, rappresentano una grave violazione ai Diritti Umani e alla legge palestinese”.

(Foto: Ma’an).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.