Accordo di collaborazione militare tra Russia e Israele per i prossimi cinque anni

Mosca – Infopal. Oggi, i ministri della Difesa russo, Anatoly Serdyukov, ed israeliano, Ehud Barak, in visita nella capitale russa, firmeranno un accordo di collaborazione militare che definisce le linee di partnership bilaterale in vari settori tecnici, militari e della “sicurezza”, per un periodo che copre i prossimi cinque anni.

Fonti della Difesa russe affermano che si tratta di un “accordo quadro” che traccia le linee generali della collaborazione tra i due Paesi e rappresenta una base legale necessaria per stipulare ulteriori accordi di collaborazione in settori d'interesse congiunto, specialmente quello della “sicurezza” e delle tecnologie militari.

Le stesse fonti riferiscono che la visita di Barak in Russia, più volte rimandata, comprende incontri con vari responsabili, tra cui il suo omologo russo e il capo del Governo, Vladimir Putin, per colloqui che riguardano la “lotta ai gruppi islamisti, la questione del nucleare iraniano e la fornitura di armi russe alla Siria e all'Iran”.

I media russi affermano che il capo del Governo israeliano, Netanyahu, ha chiesto al suo collega russo di bloccare la fornitura di armi – missili anti-ship “Yakhont” -, alla Siria, poiché Tel Aviv vede in questi missili, in grado di colpire fino a 300 km, “un grande pericolo” per la sua Marina militare nel caso ne venisse in possesso anche Hezbollah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.