Al-Bardawil: 'Il piano sionista riguardante Gaza è solo un inganno'

Gaza – Infopal. Il leader di Hamas ha criticato duramente il ministro degli Esteri sionista Avigdor Lieberman, che ha parlato di un piano israeliano per sollevarsi da ogni responsabilità sulla Striscia di Gaza, trasformandola pertanto in un Entità indipendente e separata del tutto dal resto della Palestina.

Ciò mirerebbe piuttosto a creare ulteriori pressioni su Gaza e a delimitare la “questione palestinese” alla Striscia di Gaza. Pertanto questo piano si configura come un chiaro inganno.

Secondo al-Bardawil, questa manovra rientra tra quelle escogitate da Israele per far vedere che adesso l'embargo viene alleggerito. “Anche quando vi fu il 'ritiro da Gaza' dovevano succedere tante cose, ma poi restò l'assedio da terra, dal cielo e dal mare, con Gaza che è stata distrutta completamente”.

“Vorrebbero delimitare la 'questione palestinese' all'1% della terra di Palestina (la Striscia di Gaza: 300 kmq contro i 300.000 kmq della Palestina), per questo parliamo di 'chiaro inganno'. Israele non deve 'alzare le mani' solo da Gaza, ma da tutta la terra e da tutti i prigionieri, quindi Lieberman con tutti questi discorsi non c'inganna affatto”.

Al-Bardawil ha poi avuto parole anche per George Mitchell, l'inviato degli Usa nella regione: “Egli non è certo qui per il bene della regione. Infatti rappresenta la politica americano-sionista, che punta a far fallire il dialogo interpalestinese. Mitchell ha infatti opposto un veto dopo la visita di 'Amr Musa a Gaza, il quale aveva accettato la proposta avanzata dal primo ministro Haniyyeh, sulla quale era d'accordo anche 'Abbas. Ma Mitchell ha fatto di tutto per far abortire tutto ciò, e giungere invece alla 'normalizzazione', nell'interesse degli Stati Uniti nella regione. Per questo la visita di Mitchell rappresenta l'inizio di un brutto periodo nei rapporti interpalestinesi, perché se non vi fosse la sua azione certamente si realizzerebbe la riappacificazione ed i nostri sforzi si unirebbero contro gli occupanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.