Al-Batash, Jihad islamico: 'Israele sta sfruttando la divisione politica dei palestinesi'.



Khaled al-Batash, dirigente del movimento del Jihad Islamico, ha affermato che l’escalation israeliana contro il popolo palestinese nella Striscia di Gaza e nella Cisgiordania e le minacce di estendere le aggressioni hanno l’obiettivo di liquidare la Questione palestinese e sfruttare le divisioni politiche attuali per spingere i palestinesi a rinunciare ai propri diritti politici.

In un comunicato stampa diramato ieri, Al-Batashdi ha dichiarato: "Il nemico sa che questo è un momento debole per la realtà politica palestinese a causa delle divisioni, ma esso dimentica che le crisi uniscono la nazione, così come le  vittorie e le sconfitte. Di conseguenza, tutto il popolo palestinese si mobiliterà di fronte alle aggressioni israeliane. Qualsiasi invasione contro la Striscia di Gaza non sarà ricevuta con i fiori, ma troverà una resistenza spietata".

E ha aggiunto: "Il nemico ora sta spingendo per rompere la nostra volontà per farci rinunciare alla Striscia di Gaza. Israele sta tastando il polso della resistenza per sapere come reagirà dopo la presa di potere da parte di Hamas nella Striscia di Gaza. Barak sta tentando di dimostrare la sua forza dopo aver preso il posto di Amir Perez.

Noi crediamo che le invasioni aumenteranno e si sposteranno da zona a zona. Forse potranno invadere metà della Striscia, perché Israele vuole metterci all’angolo approfittando delle divisioni politiche.
Chiediamo al popolo palestinese di unirsi alla battaglia e lavorare velocemente per metter fine alle divisioni, in modo da non far sentire al nemico di essere sicuro e tranquillo".

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.