Al-Khudari: gli aiuti che l’occupazione ha permesso di far entrare bastano solo per poche ore.


Gaza – Infopal. L’on. Jamal al-Khudari, presidente del Comitato Popolare contro l’assedio, ieri ha dichiarato che i camion degli aiuti e dei generi alimentari che l’occupazione israeliana ha autorizzato a entrare nella Striscia attraverso i tre valichi, aperti parzialmente, “bastano solo per poche ore”.

In un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto una copia, Al-Khudari, ha sottolineato con forza la necessità di “tener fuori i passaggi della Striscia da qualsiasi ricatto”. E ha invitato la comunità internazionale e tutte le parti interessate a esercitare pressioni sull’occupazione per aprire i valichi.

Il presidente del Comitato Popolare contro l’assedio ha chiesto a tutte le parti di intervenire per garantire che non vengano chiusi i passaggi, sottolineando che la situazione umanitaria di Gaza è molto difficile.

E ha precisato che la metà dei forni di Gaza sono ancora chiusi, così come i mulini, la centrale elettrica non funziona per mancanza del carburante, e centinaia di medicine sono esaurite.

Nello stesso contesto, al-Khudari, nel suo discorso telefonico durante la manifestazione di Tel Aviv contro l’assedio, organizzata ieri da pacifisti israeliani, ha parlato degli effetti disastrosi sulla vita quotidiana di un milione e mezzo di palestinesi nella Striscia di Gaza.

E ha invitato la società israeliana a capire quanto sta compiendo la sua dirigenza nella Striscia: assedio e distruzione di massa di un milione e mezzo di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.