Al-Masri: 'Il giorno in cui i palestinesi butteranno fuori Fayyad è vicino'.

Lunedì, il parlamentare di Hamas, Mushir Al-Masri, ha dichiarato che "il giorno in cui i palestinesi butteranno fuori Salam Fayyad è vicino". L’affermazione è giunta dopo la solidarietà dimostrata dal primo ministro del governo di Ramallah a Israele a seguito dell’uccisione di due soldati israeliani a Hebron, la settimana scorsa.

"Il popolo palestinese non accetterà – ha aggiunto Al-Masri – di essere governato da uomini dell’America, e non passerà molto che esso li rovescerà".

Masri ha aggiunto che la condanna, da parte di Fayyad, dell’operazione armata palestinese contro le forze di occupazione israeliane a Hebron, e l’arresto, da parte dell’Anp di alcuni sospetti, "sono abbastanza per strappare a Fayyad l’identità palestinese".

Il primo ministro del governo di Ramallah ha cittadinanza americana, è vissuto a lungo negli Usa ed è un uomo chiave della Banca Mondiale, ha forti legami anche con Israele.

Masri ha inoltre accusato Fayyad di aver incoraggiato l’amministrazione americana a esercitare pressioni sull’Egitto affinché impedisca il rientro dei pellegrini palestinesi, di ritorno da Mecca, attraverso il valico di Rafah.

Per quanto riguarda gli incontri tra l’Anp di Ramallah e il governo israeliano, Masri ha aggiunto: "E’ una grande vergogna per la leadership dell’Anp portare avanti negoziati con l’occupazione israeliana mentre continuano le brutali aggressioni dell’esercito israeliano in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Abbas e il suo gruppo di negoziatori devono decidere dove stare. Stanno con il loro popolo o preferiscono allearsi con gli americani e gli israeliani?".

L’Anp di Abbas, infatti, sta coordinando con il governo israeliano la repressione della resistenza palestinese in Cisgiordania.

Fonte: Palestine-info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.