Alla 'caccia' dei 12 combattenti di al-Aqsa fuggiti di prigione: campagna di arresti da parte delle forze dell'Anp. Due feriti.

Nablus – Infopal

Questa mattina, le forze di sicurezza dell’Autorità nazionale palestinese hanno condotto una campagna di arresti nella città di Nablus, in Cisgiordania.

Fonti mediche e testimoni oculari hanno reso noto che un combattente palestinese e un passante sono stati feriti negli scontri: si tratta di Sufyan Qandil, attivista delle brigate al-Aqsa, ala armata di Fatah, e del cittadino Muhammad al-Kharraz, di 20 anni.

Le forze dell’Anp hanno assaltato diverse abitazioni della Nablus vecchia, alla ricerca dei 12 combattenti di al-Aqsa fuggiti dalla prigione palestinese di al-Jneid, la settimana scorsa.
Essi avevano accettato, su richiesta dell’Anp, di deporre le armi e di scontare tre mesi di carcere in modo da ottenere l’amnistia da parte di Israele. Ma la loro permanenza in prigione si stava protraendo oltre i termini stabiliti.

Alcuni dei fuggitivi sono stati catturati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.