Allarme del ministro dell'Economia palestinese sulla crisi finanziaria del governo.

Alaadeen Al-Araj, ministro dell’Economia palestinese ha avvisato dell’imminente tracrollo dell’Anp se gli Usa e gli altri paesi continueranno a fermare gli aiuti al popolo palestinese. 

La dichiarazione giunge durante un workshop sulla crisi finanziaria dell’Anp. Al-Araj ha affermato: "Non possiamo fare a meno dell’aiuto internazionale diretto, in particolar modo delle somme stabilite per sostenere il governo". E ha annunciato che l’intera regione vivrà in uno stato di instabilità, e che il popolo palestinese sta affrontando condizioni economiche e finanziarie molto dure causate dal governo israeliano (che ha imposto il blocco finanziario e l’assedio ai Territori).
Il ministro ha sottolineato l’importanza di portare a compimento le risoluzioni del summit arabo svoltosi ieri in Marocco (che ha stanziato 63 milioni di dollari per progetti infrastrutturali) e ha chiesto al presidente dell’Anp e al governo di promuovere pressioni internazionali contro Israele. Il governo, ha detto, regolerà le entrate attraverso una riforma politica e la lotta all’evasione fiscale.
Al-Araj ha inoltre invitato le aziende private a investire nei Territori e ha affermato che il governo usufruirà dei prodotti locali e arabi per sostituire quelli israeliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.