Ambiente: 'le operazioni militari d'Israele provocano un aumento dei gas serra'

Ramallah – Infopal. Le guerre israeliane condotte dal 2000 ad oggi (compresa quella contro il Libano) e le continue esercitazioni militari d'Israele, comportano esorbitanti consumi di combustibile con conseguente emissione di anidride carbonica ed un aumento dei gas serra nell'atmosfera con un generale riscaldamento del globo.

Geroge Karzam è un ricercatore palestinese del centro per lo sviluppo ed è un esperto di questioni ambientali.

Dalla rivista 'sguardo sull'ambiente' ad un'intervista trasmessa in tv con il sostengo dell'Unesco, Karzam parla dei gas serra come una minaccia al futuro del globo, diretta causa di incendi boschivi, dello scioglimento dei ghiacciai nell'Antartico e dell'innalzamento del livello di mari ed oceani. Tutti fenomeni alla base di sfollamenti d'intere popolazioni.

Internamente in Palestina, Karzam individua altri numerosi fattori che aumentano questi rischi: lo spianamento di intere valli per la coltivazione e la continua e aggressiva costruzione edilizia, l'utilizzo di fertilizzanti chimici da parte dei contadini palestinesi.

“La diffusione della desertificazione nel sud della Palestina è una questione che spesso, in ambiente governativo palestinese resta in secondo piano”, afferma Karzam.

Concludendo, il ricercatore ha auspicato la formazione di un comitato palestinese, composto da esperti in questioni climatiche ed ambientali, per monitorare lo stato dei gas serra in Palestina e riportarne le conclusioni a livello internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.