An-Nuno: le trattative al Cairo sono incoraggianti, ma restano dei punti da rivedere

Gaza- Infopal. Taher an-Nuno, portavoce del governo della Striscia di Gaza, e membro della delegazione di Hamas per le trattative del Cairo, ha definito gli incontri preliminari avuti con i responsabili egiziani ‘incoraggianti’, ma ha anche precisato che “restano ancora dei punti da rivedere nella sostanza e non solo formalmente”.

An-Nuno, in un collegamento telefonico della notte scorsa con il corrispondente di Infopal.it a Gaza, ha ribadito che qualsiasi tregua con l’occupazione israeliana deve soddisfare le richieste del popolo palestinese: la fine dell’assedio e l’apertura dei valichi.

Il portavoce del governo ha insistito sul fatto che la delegazione vuole realizzare gli interessi palestinesi. Ha poi aggiunto che “il dialogo è una necessità nazionale che richiede misure serie da parte di chi intende portarlo avanti, in particolare la chiusura della questione dei detenuti politici”.

An-Nuno ha condannato con forza “il brutale crimine” commesso nelle prigioni della Cisgiordania contro Mohammad al-Hajj, 30 anni, della città di Jelqamus, nella provincia di Jenin, considerandolo “una grave violazione dei diritti dell’uomo perpetuata dalle forze di sicurezza dell’Anp in collaborazione con l’occupazione israeliana”. Ha dichiarato che questo delitto pone degli ostacoli davanti a qualsivoglia dialogo serio e reale. Ha quindi chiesto di accelerare la liberazione dei detenuti politici in Cisgiordania, allo scopo di predisporre il clima adeguato per lanciare il dialogo interpalestinese.

Oltre ad an-Nuno, la delegazione di Hamas è composta dal capo della delegazione, il dott. Mahmud az-Zahar, dal dott. Salah al-Bardawil e dall’ing. Nizar Awadallah.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.