Anp e Israele lavoreranno insieme per creare rete di assistenza sociale nella WB. Obiettivo: sradicare Hamas.

Da PIC

Il quotidiano israeliano Haaretz ha rivelato che la leadership dell’Autorità Nazionale palestinese ha avviato un piano, in collaborazione con il governo israeliano, per creare una rete di realtà a sfondo sociale per sradicare le attività caritative di Hamas in Cisgiordania.

Secondo il quotidiano, il piano riceverebbe l’assistenza del Comitato del Quartetto e del suo inviato, Tony Blair, del generale maggiore Yosef Mishlav, coordinatore per le attività del governo israeliano nei territori palestinesi, e del ministero israeliano del welfare.

Il progetto prevede che l’Anp possa istituire un sistema di assicurazione e di assistenza per disabili disoccupati. Durante la prima fase, i paesi donatori finanzieranno 120.000.000 di dollari da destinare a circa 60.000 cittadini palestinesi in Cisgiordania.

Il quotidiano afferma che la leadership dellAnp sta tentando di cambiare le amministrazioni delle società caritatevoli sostenute da Hamas per eliminare il controllo da parte del movimento.

Il giornale rivela inoltre che durante una riunione svoltasi giovedì scorso tra dirigenti dell’Anp e del ministero del welfare israeliano, è stato deciso di formare una squadra congiunta per studiare la creazione di infrastrutture per una rete di sicurezza sociale.

Fonti della sicurezza palestinese hanno riferito a Haaretz che non si aspettano che la rete missionaria di Hamas scompaia subito, perché il popolo palestinese in Cisgiordania che ha bisogno di aiuto economico è legato da vent’anni alle associazioni caritatevoli del movimento islamico, da cui riceve sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.