Appello degli insegnanti palestinesi alle banche: trasferite i soldi per alleviare la sofferenza del popolo.

Gli insegnanti che lavorano nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania hanno chiesto alle banche il permesso di trasferire soldi e riceverne, per sostenere il popolo palestinese, per liberarsi dall’assedio e per porre fine alla sofferenza dei dipendenti pubblici che attendono i loro stipendi da tempo.
Hanno dichiarato che queste banche sono nazionali e che devono sfuggire alle pressioni che subiscono le altre.
Gli insegnanti hanno sottolineato che i paesi arabo-islamici dovrebbero adempiere al loro dovere aiutando il popolo palestinese, ma che invece tutti si sono stupiti della loro scelta di vietare il trasferimento dei soldi che vengono raccolti per il bene della Palestina.
Amr Abdelrazzak, ministro del Tesoro palestinese, ha affermato che esistono problemi nel trasferimento del denaro e che non arrivano neanche gli stipendi ai dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.